Malaurora New EP coming soon

Un’aurora oscura, un’eclissi rock.

MALAURORA è polarità elettrica fra attitudini opposte.

Malinconia ed euforia, profondità e sberleffo, poesia e disincanto.

La sorpresa di albe oscure e tramonti di luce. A smascherare ogni ovvietà.

Un caleidoscopio rovesciato; il sogno e la realtà nel medesimo cerchio.

I conti tornano. Il concerto può iniziare.

Laddove c’è buio e oscurità noi opponiamo un argomento di luce;

noi rispondiamo Aurora.

 

LA NOSTRA BIOGRAFIA

Quando Piermatteo Carattoni, già cantautore con all’attivo due album, ha radunato attorno a sé la squadra di musicisti che oggi si chiama MALAURORA, l’idea era semplicemente quella di cucire addosso alla sua produzione solista una nuova veste live.

Ma fin dalle prime battute in sala prove è stato chiaro che l’unione dei quattro ragazzi generava un risultato diverso da quello suggerito dalla semplice somma matematica delle parti.

Quel feeling, quel sound, e quella voglia improvvisa di rinnovare profondamente le idee e lo stile, hanno da subito fatto cambiare il vento.

E il vento ha iniziato a soffiare verso i lidi di un progetto nuovo. Ha risvegliato le voglie di un rock più duro. Ha fatto rispolverare un armamentario di chitarre distorte chiuso nel cassetto fin dai tempi dei polverosi garage heavy metal dell’adolescenza che fu.

Con Piermatteo chiuso in casa a scrivere di getto una quindicina di brani completamente inediti (materiale sufficiente per un paio di album!) e i ragazzi alle prese con arrangiamenti e soluzioni ardite come non mai, la vena “oscura ma non troppo” di MALAURORA comincia a pulsare.

Ed è così che quattro estranei diventano amici a stretto giro di date live. Al punto da condividere esperienze profonde, anche extra musicali, accompagnandosi nei momenti più importanti della vita, come quasi non è più di moda.

Piermatteo Carattoni, voce e chitarra, Filippo Drudi chitarra solista, Filippo Tosto basso e Lorenzo Rinaldi, batteria, sono oggi la realtà indipendente che, forte del patrocinio della Segreteria di Stato Istruzione e Cultura della Repubblica di San Marino e del Premio SMART 2015 per il miglior progetto artistico originale non vede l’ora di calcare il palcoscenico per condividere con voi la nuova esaltante avventura di MALAURORA.

Malaurora-Gruppo-PopRock-san-marino


PRIMA DI MALAURORA – BIO DI P.CARATTONI

Prima di esordire discograficamente Piermatteo Carattoni è protagonista di un’importante attività live grazie alla sua collaborazione con NO SMALL TOUR, efficace start up di sviluppo delle realtà musicali esordienti in Romagna.

Il 23 agosto 2008 canta come ospite della Notte Arcobaleno in Piazza del Popolo a Pesaro, con gli Aram Quartet (vincitori della prima edizione di X Factor) a fare da headliner preceduti da Tony Maiello ed Emanuele Dabbono, a loro volta finalisti del talent show.

Il 7 settembre, accompagnato dalla sua formazione acustica, è super finalista al Premio Poggio Bustone, svoltosi – in memoria del grande cantautore – nel paese natio di Lucio Battisti e ricevendo il plauso dei giurati tra cui Detto Mariano, storico arrangiatore tra gli altri di Lucio Battisti, Adriano Celentano e Al Bano e confrontandosi con personalità artistiche ospiti quali la cantautrice Lighea o il gruppo folk rock I Ratti della Sabina.

Venti giorni dopo Piermatteo calca il palco del Nuovo Teatro Carisport, per Cesenotte, la Notte Bianca di Cesena: l’attrazione principale di quella sera al palasport sono i Modena City Ramblers.

Il 18 ottobre suona davanti al pubblico dei Jennifer Gentle, importante gruppo psichedelico italiano, sul palco dell’Estragon di Bologna.

Lo stile costantemente a cavallo tra ironia e profondità, tra introspezione e boutade brillanti, è il marchio di fabbrica che gli consente di imporsi all’attenzione degli addetti ai lavori conquistando, il 25 luglio del 2009, l’apertura di un evento di rilievo nazionale, l’Arezzo Play Art, concluso dalle esibizioni di Meganoidi e Negrita.

Grazie a queste esperienze arriva il primo contratto discografico con l’etichetta indipendente PMS Studio e nell’estate del 2010 avviene l’esordio con il singolo “h6+”. In quel periodo Piermatteo collabora con Danilo Bucci (già cantautore e bassista tra gli altri per Loredana Bertè ed Ivan Graziani) il quale, assieme a una squadra di collaboratori che vede alla batteria Tommy Graziani, il figlio di Ivan, concorre a definire un sound elettroacustico che strizza l’occhio al cantautorato più rock degli anni ’70.

Sul finire dell’anno, come a fare da buon auspicio al disco di pronta pubblicazione, arriva il secondo piazzamento al concorso nazionale Botticino Music Festival nella categoria cantautori, impreziosito dalla gioia di condividere il palco con gli ospiti d’onore Marco Ferradini e Alberto Fortis.

Negli stessi giorni esce negli store e in digital download, Pagine Strappate, il primo disco di inediti di Carattoni. Tutti i brani sono interamente scritti da lui. Per stile di interpretazione e per i mondi musicale di riferimento, Piermatteo viene spesso associato a Lucio Battisti, Ivan Graziani e Alberto Fortis, anche se non mancano riferimenti a Bennato o all’Alan Sorrenti delle origini. Sarà Fortis stesso, grazie a un’amicizia in comune con Carattoni, a dedicare un trafiletto di giornale al cantautore esordiente, augurandogli una buona navigazione nelle tempestose acque della discografia!

L’attività di Piermatteo subisce un efficace apporto promozionale quando, nell’estate di quell’anno, viene scelto come performer live alla Baia Imperiale, in assoluto uno dei Club più celebri e blasonati d’Europa. Qui, nell’arco di tre stagioni, il suo curriculum live può arricchirsi di compresenze esaltanti con un parterre di ospiti nazionali e internazionali quali J-Ax, Bob Sinclar, i Subsonica, e Taboo (Black Eyed Peas).

Congiuntamente gode dell’esposizione mediatica derivata dalla collaborazione con l’ufficio stampa Lunatik, fondato da Gianpaolo Giabini, giornalista per Repubblica, Il Manifesto, Kult, Rumore e scopritore di uno dei gruppi rock di culto della musica italiana, i Verdena. Pagine Strappate è spinto promozionalmente per sei mesi da 3 videoclip ufficiali tra cui Da Soli (https://www.youtube.com/watch?v=pAFUVk2iJw0).

Enorme l’elenco delle recensioni on line e delle radio di tutt’Italia che hanno ospitato e dato voce al cantautore sia attraverso live show, che con interviste, che infine con la rotazione dei brani di traino. L’album si aggiudica il premio Indie Award (contest on line promosso da etichette indipendenti di tutta Europa) nella categoria Best Foreign Lyrics.

Per suggellare questo importante percorso di esordio Piermatteo mette sul mercato un dvd intitolato Pagine Strappate Live 2011 che, proponendo due concerti in versione integrale, l’uno in veste acustica, l’altro in veste rock band, racconta i primi anni di musica del cantautore.

Nel 2012 si ripropone con Sembra Vero, una canzone non inclusa in alcun progetto discografico ma sviluppata per finalità solidali assieme all’associazione di promozione sociale Vivi la Crescita, V.I.P. (Vivi in Positivo) San Marino, Club Kiwanis San Marino ed Ente Cassa di Faetano (Fondazione Banca di San Marino). Stampata su cd singolo, l’opera è stata regalata nel periodo di Natale ai bambini ospiti della struttura ospedaliera della Repubblica di San Marino.

Il 2013 è l’anno in cui Piermatteo pubblica la sua musica attraverso l’uscita cadenzata di singoli sempre accompagnati da videoclip. In giugno si comincia con Sono Come Vuoi, brano di cui oltre essere autore e arrangiatore, ha anche curato in prima persona il video sia sul piano tecnico che artistico. Seguono Semplice, in ottobre, e Sempre Felici, nel gennaio del nuovo anno. Sempre nel 2014, ancora per la produzione di PMS Studio, esce il secondo album di inediti San Tommaso nello Spazio da cui vengono estratti altri due videoclip, più una riedizione di Semplice, cosicché infine sono ben sei i cortometraggi che rappresentano il lavoro in rete e sulle web tv.

Parallelamente Piermatteo fa in tempo a vestire i panni del chitarrista accompagnatore del giovane cantante Mosè Cervellini, realizzando davanti ai giudici di Italia’s Got Talent un en plein di quattro voti su quattro ovvero conquistando l’approvazione di Claudio Bisio, Luciana Littizzetto, Nina Zilli e Frank Matano così come trasmesso da Sky il 23 aprile.